MURO CONTRO MURO – Un progetto a cura di Storia e Narrazione

IL CROLLO DELLA CORTINA DI FERRO. Ceausescu, la Romania e i mostri della politica

Lunedì 2 dicembre 2019 ore 20:30

IL CROLLO DELLA CORTINA DI FERRO
Ceausescu, la Romania e i mostri della politica
di Paolo Colombo e Luca Falciola

Immagini e suoni Pietro Cuomo

Un progetto di Storia e Narrazione
Con Paolo Colombo

LA CORTINA DI FERRO

Abbiamo parlato per anni di ‘allargamento a Est dell’Europa’ e ancora oggi sappiamo poco o nulla della storia dei Paesi che stavano un tempo al di là della “cortina di ferro”. Eppure, quei Paesi erano un vero cuore pulsante dell’Europa pre-bellica. Paolo Colombo racconta qui la storia della Romania soffocata dalla dittatura del socialismo reale.

È la storia, che ancora oggi pare incredibile, del “lato oscuro” della politica: fatto di sopraffazione, arbitrio, meschina ricerca del potere, incapacità, arroganza e mistificazione. Ed è facile capire che non si tratta solo di un’esperienza rumena.

Esattamente nel 30° anniversario della “caduta del Muro”, muovendosi tra le lontane origini romane, il mito di Dracula, le finali di Coppa dei Campioni giocate dalla Steaua, le toccanti vicissitudini subite dalla città di Bucarest, questo History telling traccia le vicende del regime comunista di Nicolae Ceausescu e della rocambolesca rivoluzione che ad esso pose fine proprio nel dicembre del 1989.

Musiche, filmati e immagini aiutano nel difficile compito di chiederci “cos’è davvero la politica?”. Non è solo la maschera positiva ed idealistica che ci viene proposta dalla propaganda, ma anche una faccenda molto più ‘bassa’ e dura da vivere: e alcuni popoli – come quello rumeno – hanno avuto il destino di dover convivere a lungo e più da vicino con il ‘mostro’ della politica. Un mostro che l’occidente finge di non dover più incontrare.

PAOLO COLOMBO

Paolo Colombo è professore ordinario di Storia delle istituzioni politiche presso l’Università Cattolica di Milano, dove insegna anche Storia contemporanea. Da anni organizza in luoghi d’eccellenza “Storia e Narrazione”, ciclo di incontri che sfidano il luogo comune secondo il quale “la storia fatta dagli studiosi è noiosa”. L’anno scorso, al Carcano, è stato protagonista del ciclo Capitani coraggiosi, il cui successo è stato stupefacente. Quest’anno torna con una nuova proposta: Muro contro muro.

Ci sono molti tipi di muro che segnano la nostra vita e la nostra storia. Muri che dividono, muri che proteggono, muri che isolano. Muri che vorremmo abbattere, muri che vorremmo costruire, muri che diventano superfici sulle quali rappresentare il nostro pensiero o i nostri sogni. Muri fuori di noi o dentro di noi.

Al tramonto del secolo scorso, dopo il 1989, abbiamo creduto che il tempo dei muri fosse finito. Invece, sorprendentemente, la nostra sembra essere un’epoca fortemente segnata dalla presenza di muri: la cronaca ne parla tutti i giorni. Per questo diventa urgente raccontare e ascoltare storie che diano ragione delle molte forme che i muri hanno assunto nella storia. Per capire meglio se e come vivere alla loro ombra, come guardarli, come interpretarli. E come abbatterli, se necessario.

Si pensa, troppo spesso, che la storia sia una monotona serie di fatti e date da ricordare a memoria. Gli incontri di Muro contro muro dimostreranno proprio il contrario: la storia è viva, emozionante, coinvolgente. Provare per credere.

MURO CONTRO MURO: un ciclo di incontri che sfidano il luogo comune secondo il quale “la storia fatta dagli studiosi è noiosa”.

Articoli e recensioni

Corriere.it

Videointervista di Emilia Costantini a Liliana Cavani per il sito del Corriere della Sera.

Sipario.it

Angelo Pizzuto per Sipario.it

Close up

Monia Manzo per Close up.

CulturaSpettacolo.it

Sergio Palumbo per CulturaSpettacolo.it

Controscena

Enrico Fiore per Controscena

IN MARE APERTO

STAGIONE 2019-20