ODISSEA. Storia di un ritorno.

ODISSEA. Storia di un ritorno
Ideazione Serena Sinigaglia
Drammaturgia Letizia Russo
Traduzione a cura di Maddalena Giovannelli, Alice Patrioli e Nicola Fogazzi

In scena 80 partecipanti ai laboratori di teatro sociale e di territorio di ATIR

Scene a cura di Maria Spazzi
Progettazione scene a cura degli studenti del Biennio di Specializzazione in Scenografia Teatro dell’Accademia di Belle Arti di Brera
Realizzazione scene a cura di Marianna Cavallotti e Chiara Modolo con la supervisione di Maria Spazzi
Attrezzeria a cura di Marianna Cavallotti e Chiara Modolo

Ideazione costumi a cura degli studenti del Biennio di Specializzazione in Costume per lo Spettacolo dell’Accademia di Belle Arti di Brera
Progettazione costumi a cura di Marilena Montini e Ilaria Strozzi
Coordinamento didattico per i costumi prof.ssa Claudia Botta

Light designer Alessandro Verazzi
Sound designer Sandra Zoccolan
Assistente alla regia Marika Pensa

Regia Serena Sinigaglia

Produzione ATIR | Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano
In collaborazione con la Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Coop.sociale Comunità Progetto, Teatro EDI/Barrio’s e Associazione Amici di Edoardo

Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese

Questo spettacolo nasce da lontano, lungo un percorso che dal 2019 ci conduce fino ad oggi, all’esito finale di un percorso di costruzione di una comunità, una moltitudine di persone che saranno in scena per raccontarci, attraverso le parole di un grande classico quale è Odissea, l’avventura di Ulisse e il suo viaggio, simbolo e rappresentazione della condizione umana. Serena Sinigaglia, con il contributo drammaturgico di Letizia Russo, sarà la regista di questo evento potente, una vera e propria festa per celebrare un percorso collettivo e un ritrovarsi finalmente insieme per un evento rituale e condiviso!

«L’idea nasce da un sogno che ATIR coltiva da tempo, riunire tutti i partecipanti dei corsi e laboratori aperti alla cittadinanza in un unico grande spettacolo: bambini, anziani, adolescenti, diversamente abili, educatori, semplici cittadini, attori, studenti, drag king e queen, tutti riuniti insieme sul palco. […]

Odissea perché il cammino incerto e inquieto della vita è cosa umana, irrimediabilmente umana. Odissea perché la sete di conoscenza ed esperienza riguarda tutti, a prescindere da ceto, religione, condizione, genere, fragilità o disabilità che dir si voglia. […]

Un progetto che racchiude in sé tutta la poetica di ATIR: il lavoro sulla costruzione di una comunità sodale e partecipe, la trasversalità come cardine di ogni vero incontro, l’arte al servizio, connettore di interessi, capace di risvegliare la bellezza nel corpo sociale, la coralità e il confronto con un grande classico che si fa corpo nel tempo attraverso il tempo.»

Dalle note di regia di Serena Sinigaglia

ARCHIVIO PRODUZIONI PASSATE