SCUOLE MEDIE SUPERIORI

E INTANTO ENEA | 31 gennaio 2020 | Scheda didattica

Venerdì 31 gennaio 2020 ore 10.30

E INTANTO ENEA
ispirato ad Eneide di Virgilio
testo e regia Tommaso Amadio
con Alessandro Savarese, Daniele Vagnozzi
graphic novel Michele Basile – video Daitona Produzione
produzione Teatro Filodrammatici di Milano

Durata: 80 minuti + incontro con la compagnia dopo lo spettacolo

LA RAPPRESENTAZIONE SARÁ PRECEDUTA DA UN INTERVENTO INTRODUTTIVO DELLA PROFESSORESSA CATERINA PICCIONE DELLA FACOLTÁ DI FILOSOFIA DELL’UNIVERSITÁ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE, CHE OFFRIRÁ UNA CHIAVE DI LETTURA PER L’INTERPRETAZIONE DELLO SPETTACOLO.

Per informazioni e prenotazioni:
Ufficio Promozione Scuole e Gruppi
Coordinatore: prof. Luigi Stippelli
Referente: Clarissa Egle Mambrini
tel. 02 55181362 – 02 55181377
promozione@teatrocarcano.com
facebook: carcanoscuole

IL SEGUENTE APPROFONDIMENTO DIDATTICO È A CURA DEL PROFESSOR EMILIO BRAMBILLA, DOCENTE DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA E DI LINGUA E CULTURA LATINA E GRECA PRESSO L’ISTITUTO PARITARIO G. B. MONTINI, LICEO CLASSICO E LINGUISTICO DI MILANO.

Proposta di riflessione
Partito da Troia, città ormai distrutta nell’estremo lembo orientale del Mediterraneo, Enea intraprende un lungo viaggio che lo farà approdare sulle coste del Lazio. Egli dovrà rinunciare alla sua patria, agli affetti, alla sua stessa indole riservata, perché chiamato dagli dèi a dare inizio a quella che poi diventerà la potenza romana. A noi viene consegnato un eroe che ha segnato l’immaginario dell’Occidente ma egli è stato in grado di raggiungere l’obiettivo solo grazie all’interazione con una mescolanza di popoli. Come afferma infatti lo storico greco del I secolo a.C. Dionigi di Alicarnasso, «i popoli che si congiunsero e unirono i loro destini, dai quali prese avvio la stirpe romana, prima ancora che essa abitasse la città nella quale è ancor ora insediata, sono i seguenti. Prima di tutto gli Aborigeni (…). In seguito vennero i Pelasgi che provenivano dalla terra chiamata ora Tessaglia. In terzo luogo quelli che giunsero in Italia con Evandro dalla città di Pallantion. Dopo di costoro, fra quei Peloponnesiaci che avevano seguito Eracle, gli Epei e i Feanati, ai quali si unì anche qualcuno di origine troiana. Infine, vennero da Ilio, da Dardano e dalle altre città troiane quei Troiani che si erano salvati con Enea». Mario Lentano, docente di Lingua e letteratura latina presso l’Università di Siena, nel saggio Il mito di Enea. Immagini e racconti dalla Grecia a oggi – scritto con Maurizio Bettini ed edito da Einaudi nel 2013 -, ripercorrendo le numerose varianti del mito, prima e al di là della narrazione virgiliana, definisce Enea la dimostrazione che «si può iniziare con uno straniero alla foce del Tevere e ritrovarsi a essere i padroni del mondo».ua

Proposta di lettura
Il viaggio di Enea, irto di pericoli, costituisce l’archetipo dei viaggi di tante persone che hanno dovuto abbandonare la propria patria. Un breve ma intenso romanzo di Margaret Mazzantini, Mare al mattino (Einaudi 2011), racconta due storie collocate sulle sponde opposte del Mediterraneo: da un lato la vicenda di Jamila, giovane vedova libica, che con il suo bambino cerca di fuggire dalla guerra nel suo paese per giungere in Italia; dall’altro la storia di Vito, che ascolta dai racconti della madre la cacciata della comunità italiana dalla Libia negli anni Settanta dopo il colpo di stato di Gheddafi.

Proposta di lavoro a gruppi
Se popoli differenti, nel racconto mitico sotto la guida di Enea, hanno contribuito alla nascita della potenza romana, nella vicenda storica di Roma sarà solo con l’editto di Caracalla del 212 d.C. (circa quattordici secoli dopo la fuga di Enea da Troia!) che avverrà l’estensione della cittadinanza a tutti gli abitanti dell’Impero. Ancora oggi le condizioni necessarie per cui uno straniero goda dei diritti di cittadino in uno Stato possono essere il frutto di un lungo percorso. Si può dividere la classe in gruppi, assegnando a ciascuno di essi uno Stato europeo per ricercare i criteri per la concessione della cittadinanza. Dopo una breve esposizione di ciascun gruppo, si può dibattere in classe su vantaggi e svantaggi di un criterio rispetto all’altro.

Proposta di visione
L’eroe che si trova a dover rinunciare ai desideri e agli affetti privati per portare a termine, attraverso fatiche e pericoli, una missione decisiva per la storia o per l’umanità costituisce uno dei temi ricorrenti di molti film di fantascienza. In Interstellar (2014), per la regia di Christopher Nolan con Matthew McConaughey, Anne Hathaway e Michael Caine, in un pianeta Terra ormai invivibile per l’uomo, il compito che alcuni scienziati e astronauti devono portare a termine è quello di cercare nello spazio una nuova sede per l’umanità. Tuttavia gli ostacoli che si dovranno affrontare non saranno solo dovuti a fattori esterni ma anche a debolezze e opportunismi di alcuni degli “eroi”.

Articoli e recensioni

Videointervista di Emilia Costantini a Liliana Cavani per il sito del Corriere della Sera.

Angelo Pizzuto per Sipario.it

Monia Manzo per Close up.

Sergio Palumbo per CulturaSpettacolo.it

Enrico Fiore per Controscena

PROGRAMMA PER LE SCUOLE

STAGIONE 2019-20