SCUOLE MEDIE SUPERIORI

ANTIGONE | 21 e 26 febbraio 2020 | Scheda didattica

Venerdì 21 e mercoledì 26 febbraio 2020 ore 10.30

Sebastiano Lo Monaco
ANTIGONE
di Sofocle – traduzione e adattamento Laura Sicignano e Alessandra Vannucci
con Lucia Cammalleri, Egle Doria, Luca Iacono, Silvio Laviano, Simone Luglio, Franco Mirabella,
Barbara Moselli, Pietro Pace
scene e costumi Guido Fiorato – musiche originali eseguite dal vivo Edmondo Romano – luci Gaetano La Mela
regia Laura Sicignano

produzione Teatro Stabile di Catania

Durata 80 minuti senza intervallo

LA RAPPRESENTAZIONE SARÁ PRECEDUTA DA UN INTERVENTO INTRODUTTIVO DELLA PROFESSORESSA ROBERTA SALA DELLA FACOLTÁ DI FILOSOFIA DELL’UNIVERSITÁ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE, CHE OFFRIRÁ UNA CHIAVE DI LETTURA PER L’INTERPRETAZIONE DELLO SPETTACOLO.

Per informazioni e prenotazioni:
Ufficio Promozione Scuole e Gruppi
Coordinatore: prof. Luigi Stippelli
Referente: Clarissa Egle Mambrini
tel. 02 55181362 – 02 55181377
promozione@teatrocarcano.com
facebook: carcanoscuole

IL SEGUENTE APPROFONDIMENTO DIDATTICO È A CURA DELLA PROFESSORESSA DANIELA CACCIA, DOCENTE DI STORIA E FILOSOFIA PRESSO L’ISTITUTO PARITARIO G. B. MONTINI, LICEO CLASSICO E LINGUISTICO DI MILANO.

PROPOSTE DI RIFLESSIONE
Lo struggente destino dell’Antigone di Sofocle, che mette in scena il perenne conflitto tra ragion di stato e imperativo morale, scavalcando i secoli, assurge a paradigmatico emblema di tutta una schiera di ‘eroine’, della letteratura e della storia, che in essa trovano l’originario archetipo.
Così, nell’Europa sconvolta dal secondo conflitto mondiale, l’Antigone di Jean Anouilh (1941) diviene inevitabile metafora della resistenza in una Francia occupata dalla ferocia nazista.
Fanciulla in lotta contro un potere oppressore, animata da un bruciante imperativo insieme mistico e politico, è anche Giovanna d’Arco di cui Maria Luisa Spaziani, nel suo ‘romanzo popolare’, offre una raffinata e ‘dissidente’ versione che vede la Pulzella visionaria sfuggire al ‘fuoco stupratore’ della condanna per poi, alcuni anni dopo, abbracciare volontariamente il rogo purificatore.
Ed è sempre in nome di una superiore scelta morale e religiosa che, nei Dialoghi delle Carmelitane di Georges Bernanos, la giovane e timorosa Blanche de la Force sale, ultima tra le consorelle, sul patibolo, offrendosi spontaneamente al martirio in una Compiègne devastata dalla rivoluzione francese.
Novella Antigone può altresì essere considerata Anna Achmatova, ‘la musa del pianto’, che, nell’Unione Sovietica soffocata dal totalitarismo e ammutolita dal terrore, oppone alla cecità della violenza staliniana la forza della parola poetica che diviene denuncia e testimonianza, voce di un’interiore libertà che nessun potere potrà mai tacitare.

PROPOSTE DI LETTURA
Anouilh, Antigone
L. Spaziani, Giovanna d’Arco (romanzo popolare in sei Canti in ottave e un Epilogo), Oscar Mondadori
Bernanos, Dialoghi delle Carmelitane
Achmatova, Requiem

PROPOSTA DI ASCOLTO
Poulenc, Dialogues des Carmélites

Articoli e recensioni

Corriere.it

Videointervista di Emilia Costantini a Liliana Cavani per il sito del Corriere della Sera.

Sipario.it

Angelo Pizzuto per Sipario.it

Close up

Monia Manzo per Close up.

CulturaSpettacolo.it

Sergio Palumbo per CulturaSpettacolo.it

Controscena

Enrico Fiore per Controscena

PROGRAMMA PER LE SCUOLE

STAGIONE 2019-20