Spettacolo ridotto e adattato per un pubblico di studenti della scuola secondaria di I° grado – Durata 75 minuti

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

10 febbraio ore 10

Adattamento e regia: Alessandra Bertuzzi
Scenografie e costumi: Federico Zuntini
Con: Monalisa Verhoven, Tommaso Fortunato, Giacomo Cordini, Umberto Fiorelli, Marco Mandrioli, Valeria Nasci, Chiara Piazzi, Marco Soccol, Simona Pulvirenti, Daniele Palumbo, Manuel Reitano

“Se noi spiriti vi abbiamo irritato non prendetela a male, ma pensate di aver dormito, e che questa sia una visione della fantasia… noi altro non v’offrimmo che un sogno”

Rigorosamente fedele al testo di Shakespeare, l’opera è stata ridotta e parafrasata, mantenendo però intatta la sceneggiatura legata agli innamorati e la poesia del testo. Ricco di spunti comici e nel contempo di dolcezza, “Sogno di una notte di mezza estate” è un’opera che parla di amore, e del modo in cui gli uomini lo bramano e si affannano per averlo, dell’innamoramento senza spiegazioni, che causa sofferenza ma allo stesso tempo porta alla felicità. Le vicende del Sogno sono intrecciate su tre piani, tre mondi che si contaminano e influenzano a vicenda: Il mondo delle fate, dominato dall’irrazionalità, il mondo degli uomini, che al contrario è razionale e dominato dalla legge, infine quello dell’arte, rappresentato dagli artigiani, che avvicina e mette in comunicazione gli altri due.

Tutta la poesia di Shakespeare viene esaltata in questo spettacolo dalle affascinanti scenografie capaci di creare un bosco fatato e dai meravigliosi costumi che rimandano ad un epoca lontana.

Stagione 2015-2016