NoGravity Dance Company

COMIX

Per questo spettacolo è valida la convenzione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Da mercoledì 17  a domenica 21 febbraio 2016
(sabato 20/2 ore 16,00 e ore 20,30)

Una creazione di Emiliano Pellisari

Ideazione sonora, art direction, coreografie, costumi
Emiliano Pellisari, Mariana Porceddu

Acrobati/danzatori Mariana Porceddu, Antonella Perazzo, Lucia Orru, Mirko Simeone, Rocco Ascia, Eva Campanaro

Musiche John Coltrane, Bill Evans, Miles Davis, George Gershwin, Emir Kusturica, Bobby McFerrin, Scott Joplin, Django Reinhardt, Gene Harris e a.
Consulente musicale Domenico Bulla
Editing/mix Davide Terrile/Gli Artigiani Studio
Scenografie e attrezzi di scena Emiliano Pellisari
Grafica e video BATO

Produzione Emiliano Pellisari Studio – No Gravity Ltd

Dall’autore di spettacoli raffinati e immaginifici, capace di sbalordire il grande pubblico con immagini strabilianti, arriva uno spettacolo inaspettato, dirompente, diverso dall’immaginario barocco, familiare ai fan di Emiliano Pellisari: un mondo allegro, ispirato alla fantasia del mondo pop, un gioiello del physical theatre. Comix nasce dalla fucina dell’Emiliano Pellisari Studio con le caratteristiche del nouveau cirque: l’atletismo circense si mescola alla poesia del teatro, all’armonia della danza, ai giochi della luce.

Dal mondo dei fumetti ecco dunque tante piccole storie fantastiche dove fisicità e comicità creano un mix di ilarità e divertimento. Uno spettacolo che nasce dalle suggestioni dei cartoni animati (Disney, La Pantera Rosa, Braccio di Ferro, Tin Tin, Tim Burton) e dall’arte grafica (Chagall, Keith Haring, Cavandoli e la sua “linea”), in cui si realizzano i sogni eterni dell’uomo: volare nel cielo come gli uccelli, nuotare nel mare come i pesci, scomporre il corpo umano e farlo scomparire come un fantasma.

Comix è gioia in movimento, gesto atletico e divertimento a suon di jazz.

Lo stile di Pellisari è stato definito dal teatro francese “nouvelle magie et danse aérienne”. I suoi spettacoli, non riconducibili a un genere preciso, combinano la danza con l’arte scenotecnica e la fantasia. La sua carriera artistica è estremamente eclettica: è stato infatti autore teatrale, scrittore, ha fatto esperienza nel cinema come organizzatore, regista e sceneggiatore. Attualmente è scenografo, costumista, illusionista, regista teatrale, coreografo sui generis e, infine, produttore di se stesso. Tutti gli spettacoli prendono vita nel suo studio romano, uno spazio teatrale/atelier dove vengono sviluppate le macchine teatrali e le tecniche coreografiche.

Stagione 2015-2016