Philippe Daverio

HO FINALMENTE CAPITO L’EUROPA

HO FINALMENTE CAPITO L’EUROPA
Quattro conferenze-spettacolo
con Philippe Daverio

Al lunedì – ore 20,30

23 ottobre 2017
27 novembre 2017
29 gennaio 2018
19 marzo 2018

HO FINALMENTE CAPITO L'EUROPA - Philippe Daverio al Teatro Carcano - Progetto grafico Flaminio Cozzaglio

L’Europa dei sensi è l’unica che ha senso.

Si discute molto in questo periodo su che cosa sia l’Europa e se convenga rimanere europei o tornare ad essere locali. Su questa linea del procedere o del recedere si confrontano partiti politici e opinioni popolari. E ben si capisce l’ansia che percorre il continente se si pensa che la questione verte principalmente su temi monetari e di bilancio, dove sembra talvolta che alcuni facciano la parte del leone e gli altri della pecorella sacrificale.

Ben diversa invece è l’intera faccenda se si affronta il tema Europa dal punto di vista dei popoli che la compongono e della cultura antropologica che li unisce, li differenzia o li integra. Per una riflessione su quest’argomento ben più fondamentale Philippe Daverio terrà quattro conferenze-spettacolo dove l’attenzione sarà rivolta all’infinito bagaglio comune degli europei, dalla gastronomia alla storia delle arti visive e della musica, dalla filosofia alle scienze.

Ecco l’incipit del discorso che Winston Churchill tenne all’università di Zurigo il 19 settembre del 1946, subito dopo la fine della disastrosa Seconda Guerra Mondiale:

“Questo nobile continente che comprende nel suo insieme le più belle e coltivate regioni della terra, che gode d’un clima regolare e temperato, è la casa di tutte le razze imparentate del mondo occidentale. È la fonte della fede Cristiana e dell’etica Cristiana. È il luogo d’origine della maggior parte della cultura, delle arti, della filosofia e della scienza dei tempi antichi e di quelli moderni”.

“This noble continent, comprising on the whole the fairest and the most cultivated regions of the earth; enjoying a temperate and equable climate, is the home of all the great parent races of the western world. It is the fountain of Christian faith and Christian ethics. It is the origin of most of the culture, arts, philosophy and science both of ancient and modem times”.

GLI APPUNTAMENTI

23 ottobre 2017
La genesi dell’Europa fra intellettuali e visionari
San Colombano, 
Victor Hugo, Ortega y Gasset e sir Winston Churchill

27 novembre 2017
L’Europa della musica e delle arti
Dai maestri comacini agli 
architetti barocchi, da Handel a Verdi

29 gennaio 2018
L’Europa dello stomaco (a tavola)
Dal pomodoro al fois gras, passando 
dai fagioli ai tacchini, dalle patate al caffé con cioccolata, e infine agli spaghetti

19 marzo 2018
L’Europa medioevale illuminata
Le università, i chierici vaganti, Dante e Petrarca