RECITE SCOLASTICHE – FEBBRAIO 2016

Giobbe Covatta  Enzo Iacchetti

MATTI DA SLEGARE

#3 A teatro con… filosofia Matti da slegare: domanda

Matti da slegare Silvano Agosti – Marco Bellocchio (1975)

Matti da slegare - C'd'AC Teatro Carcano

Sebastiano Somma

UNO SGUARDO DAL PONTE

#2 A teatro con… filosofia Uno sguardo dal ponte: risposta

#1 A teatro con… filosofia Uno sguardo dal ponte: domanda

Gentile Professoressa, Gentile Professore,

nasce A teatro…con filosofia, un’iniziativa del Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano in collaborazione con la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele.
In occasione degli spettacoli in cartellone, produrremo dei miniclip in cui un docente della Facoltà porrà una o più domande suscitate dall’opera.
Dopo la rappresentazione, in un secondo miniclip, lo stesso docente cercherà di dare delle risposte possibili dal punto di vista di una filosofia “applicata” alla realtà.
I video saranno pubblicati sul canale Youtube del Teatro Carcano, sul nostro sito e sul profilo Facebook Carcano Scuole.
Ci auguriamo che questa iniziativa possa essere un’efficace integrazione didattica, aggiungendo stimoli e significati alla visione dei nostri spettacoli per lei e per i suoi studenti.

In questa prima puntata il dott. Raffaele Ariano ci pone una domanda leggendo fra le righe di Uno sguardo dal ponte.

Inoltre martedì 9 febbraio, come già sperimentato in precedenza con grande successo, lo spettacolo sarà preceduto da una breve introduzione critica, tenuta dallo stesso Raffaele Ariano.

Ad oltre sessant’anni dalla sua prima messa in scena, Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller continua ad essere un felice esempio della capacità del teatro di cogliere l’esistenza umana in tutta la sua complessità. La storia di Eddie Carbone offre lo spaccato sociale di un’umanità solo apparentemente lontana da noi: quella dei lavoratori italiani a New York, delle loro paure e aspirazioni, dei loro impieghi massacranti e del sogno di diventare americani, al tempo in cui gli immigrati clandestini avevano nomi come “Marco” e “Rodolfo” e venivano dalla nostra sponda del Mediterraneo. Ma è anche il ritratto di un modo, non lontano da noi, di concepire le relazioni tra i generi sessuali, il ruolo della donna, la famiglia. Infine, è l’esplorazione di alcuni nuclei profondi dell’affettività umana – la paternità, l’altruismo, l’autorità – e del rischio che si pervertano nel loro opposto. Senza abbandonare mai il realismo psicologico e sociale, l’opera di Miller riesce quindi ad assurgere alla dimensione senza tempo del tragico.

Raffaele Ariano (Cremona, 1985) ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Filosofia all’Università San Raffaele di Milano, discutendo una tesi sul critico letterario americano Lionel Trilling. È autore di articoli e recensioni, di un libro sul pensiero di Michel Foucault (Morte dell’uomo e fine del soggetto, Rubbettino 2014). Per tre anni è stato coordinatore del Corso di Filosofie del cinema dell’Università San Raffaele. I suoi interessi di ricerca spaziano tra storia delle idee, filosofia del cinema e filosofia della letteratura.

L’incontro inizierà alle 10,30 e durerà circa 10 minuti; la durata complessiva di incontro + spettacolo sarà di 2 ore senza intervallo.

Confidando nel gradimento suo e dei suoi studenti, la saluto cordialmente e vi aspetto a teatro.

Marta Carbocci

Ufficio Promozione Scuole e Gruppi
CENTRO D’ARTE CONTEMPORANEA TEATRO CARCANO
Corso di Porta Romana, 63 – 20122 – Milano
T. Mob 335 244168
Tel. 02 551 81 377 – 02 551 81 362