Recite scolastiche | CYRANO | novembre 2017

Mercoledì 29 novembre 2017 ore 10.00 – Scuole medie inferiori

Fantateatro

CYRANO

Durata: 75 minuti | Genere: il teatro francese

Cyrano rappresenta il riscatto della bellezza dell’intelletto su quella dell’aspetto esteriore, della visione morale dell’esistenza su quella materialista, ma non senza pagarne il prezzo. Il suo enorme naso, a causa del quale non osa esporsi all’amore, da innata sfortuna diventa il pretesto per volgere il suo sguardo altrove. Non riuscendo a guardare la sua immagine allo specchio, Cyrano guarda dentro di sé e scopre un mondo di poesia, libertà e valori morali.

Lo spettacolo rispetta fedelmente la trama dell’opera, ma la restituisce al giovane spettatore con freschezza e attualità. Le videoproiezioni fanno da sfondo alle scene che si susseguono a ritmo dinamico e proiettano l’immaginario di chi guarda nei posti lontani descritti dall’autore.

PROPOSTA DI RIFLESSIONE
Cyrano dice: “Questo mio maledetto naso che mi precede di un quarto d’ora ovunque, mi vieta fin l’amore di una brutta”. Nella preadolescenza e nell’adolescenza è difficile accettarsi per come si è, ogni difetto fisico diventa un ostacolo che può compromettere le relazioni con l’altro e la creazione di un’autostima solida e positiva. Imparare ad accettarsi e soprattutto imparare ad accettare i propri difetti,  può essere un percorso difficile e spesso doloroso, ma ci rende forti e consapevoli, ci insegna che la realtà è diversa dai sogni, ma non per questo meno bella e degna di essere vissuta.

PROPOSTA DI SCRITTURA
“Se ne potevan dire…. ma ce n’erano a josa,
variando di tono. — Si potea, putacaso,
dirmi, in tono aggressivo: «Se avessi un cotal naso,
immediatamente me lo farei tagliare!»
Amichevole: «Quando bevete, dée pescare
nel bicchiere: fornitevi di un qualche vaso adatto!»
Descrittivo: «È una rocca!… È un picco!… Un capo affatto!
Ma che! l’è una penisola, in parola d’onore!»
Curioso: «A che serve quest’affare, o signore?
forse da scrivania, o da portagiojelli?»

E così via utilizzando stili e toni diversi… (Cyrano de Bergerac, Edmond Rostand, Atto V, Scena IV)

Come Cyrano, ora prova anche tu a scegliere un tuo difetto fisico e, grazie all’uso delle figure retoriche (analogia, similitudine, metafora, iperbole, ironia, climax, antitesi…), cimentati nella stesura di un testo di prosa o lirica in cui provi ad amplificarlo. Poi leggilo in classe e confrontati con i tuoi compagni nella “gara del difetto”.

PROPOSTE DI LETTURA
Wonder, R. J. Palacio, Giunti Editore-Biblioteca junior, 2013
Basta guardare il cielo, Rodman Philbrick, Rizzoli, 2008

 

 

Fantateatro | Cyrano | Teatro Carcano

Per informazioni e prenotazioni:
Ufficio Promozione Scuole e Gruppi
Coordinatore: prof. Luigi Stippelli
Referente: Clarissa Egle Mambrini
tel. 02 55181362 – 02 55181377
t. mob. 335 244 168
promozione@teatrocarcano.com
facebook: carcanoscuole