Recite scolastiche | DIECI PICCOLI INDIANI …E NON RIMASE NESSUNO | febbraio 2018

Venerdì 23, mercoledì 28 febbraio e venerdì 2 marzo 2018 ore 10.30 – Scuole medie superiori

DIECI PICCOLI INDIANI …E NON RIMASE NESSUNO

Dieci piccoli indiani è considerato il capolavoro letterario di Agatha Christie. La storia è nota: siamo nel 1939, l’Europa è alle soglie della guerra. Dieci sconosciuti vengono invitati a vario titolo su una bellissima isola deserta. Arrivati nelle rispettive camere, trovano affissa agli specchi la poesia “Dieci piccoli indiani”, una filastrocca che racconta le morti in successione dei dieci indiani. Una serie di decessi misteriosi getta nel terrore gli ospiti dell’isola, che iniziano ad accusarsi a vicenda fino ad arrivare ad una scioccante conclusione: l’assassino si nasconde tra loro!
Piena di intrigo e suspense, la vicenda trova il suo apice in un finale tra i più elettrizzanti e spiazzanti mai scritti. Un finale che, contrariamente da quello a lieto fine elaborato dalla Christie per l’adattamento teatrale del 1943, ricalca fedelmente – grazie all’accordo con la Agatha Christie Ltd. – quello mozzafiato del romanzo.

>> La pagina de DIECI PICCOLI INDIANI …E NON RIMASE NESSUNO

PROPOSTA DI RIFLESSIONE
Rifletti sul fatto che l’uomo per natura, quando subisce un torto, non è imparziale e il primo istinto lo porta a vendicarsi. Vive l’affronto in maniera eccessiva e cerca di farsi giustizia da solo. Però, né chi subisce il torto, né chi vuole perpetrarlo è in grado di giudicare, trovare una soluzione ed essere realmente obiettivo. E’ così che nasce lo Stato, che si pone come un Ente Imparziale e Ideale e che riesce a garantire la pace sociale. Fin dalla nascita il bambino viene educato dalla famiglia, dalla scuola, affinché sia in grado di domare il suo istinto di sopravvivenza che lo porterebbe a difendersi in maniera autonoma e con i propri mezzi, per abbracciare le regole della socializzazione e della convivenza civile. Ma non sempre la legalità proposta dallo Stato è sinonimo di giustizia (codice di Hammurabi, democrazia imperfetta delle Poleis, guidrigildo, servitù della gleba, monarchie assolute, regimi totalitari, regimi integralisti, connivenza con la criminalità organizzata), anzi spesso rivela la propria incongruenza di Ente Imparziale, costituito, pensato e realizzato da individui, sicuramente più lungimiranti, ma pur sempre parziali.

PROPOSTA DI SCRITTURA
Come mai, secondo te, la nostra tradizione linguistica è ricca di proverbi che esaltano lo spirito e l’atto della vendetta? Dopo averne trovati alcuni, commentali e leggi i tuoi commenti in classe aprendo un dibattito. Puoi partire da “la vendetta è un piatto che va gustato freddo”…

PROPOSTE DI LETTURA
Sulle regole, Gherardo Colombo, Feltrinelli, 2016
Per questo mi chiamo Giovanni, Luigi Garlando, Rizzoli, 2017
Non c’è libertà senza legalità, Piero Calamandrei, Laterza, 2013

LE RAPPRESENTAZIONI SARANNO PRECEDUTE DA UN INTERVENTO INTRODUTTIVO (INIZIO ORE 10.30 – DURATA 10 MIN. CIRCA) DI UN DOCENTE DELLA FACOLTÀ DI FILOSOFIA DELL’UNIVERSITÀ VITA – SALUTE SAN RAFFAELE, CHE OFFRIRÀ UNA CHIAVE DI LETTURA PER L’INTERPRETAZIONE DELLO SPETTACOLO.

 

Da martedì 20 febbraio a domenica 4 marzo 2018 DIECI PICCOLI INDIANI … E NON RIMASE NESSUNO! di Agatha Christie Traduzione Edoardo Erba Con (in ordine di entrata in scena) Giulia Morgani, Tommaso Minniti, Caterina Misasi, Pietro Bontempo, Leonardo Sbragia, Mattia Sbragia, Ivana Monti, Luciano Virgilio, Alarico Salaroli, Carlo Simoni Regia Ricard Reguant al Teatro Carcano

Per informazioni e prenotazioni:
Ufficio Promozione Scuole e Gruppi
Coordinatore: prof. Luigi Stippelli
Referente: Clarissa Egle Mambrini
tel. 02 55181362 – 02 55181377
t. mob. 335 244 168
promozione@teatrocarcano.com
facebook: carcanoscuole

Materiale didattico – Comunicazioni agli insegnanti